Norvegia

ReineDa Tromso a Nordkapp e poi alle Lofoten, un viaggio di 11 giorni e 3700km immersi in una natura splendida e selvaggia.

Da Trømso lungo la costa sud-est di Kvaløya potrete vedere lussureggianti fattorie, mentre nel villaggio di pescatori di Sommarøy troverete la più bella spiaggia della zona e godere di una magnifica vista dell’arcipelago, da nord a sud fino alla ripida costa dell’isola di Senja. Lo stretto Kattfjord è particolare proprio per essere così vicino all’oceano, una piccola deviazione alla scoperta degli scali merci di Tulleng e Lauklines vi mostrerà un assaggio di storia locale mentre a Ersfjordbotn ammirate le montagne di 1000mt che si riversano a picco sul mare. La penisola di Lyngen con le vette che raggiungono gli 1833 metri s.l.m., con il blu dei ghiacciai, fiumi impetuosi e i canyons, costituisce uno dei paesaggi più emozionanti di tutta la Norvegia. La E8 e la strada Rv. 91, che vi condurranno al molo di Breivikeidet per prendere il battello, vi portano a scoprire meravigliosi paesaggi di montagna: la traversata di 20 minuti verso Svenby mostra scenari emozionanti. Lyngseidet è un pittoresco villaggio di case antiche, con negozi e caffetterie, la chiesa di Lyngen risalente al 1740 merita una visita come la Folk High School di Solhov (il più grande edificio in legno della Norvegia).
L’autostrada E6 attraversa la contea di Troms per poi proseguire verso Alta e Capo Nord; vicino al paese di Alteidet troviamo l’Øksfjordjøkelen, l’ultimo ghiacciaio sul continente europeo che gi getta direttamente nel mare. La Strada Panoramica Nazionale sull’isola di Senja e il tratto di strada tra Botnhamn e Gryllanfjord (con tre deviazioni a Husøy, Mefjordvær e Bøvær) è chiamata ‘la bocca del diavolo’. Qui la natura suscita forti emozioni e i villaggi dei pescatori sono una testimonianza di vita autentica. Vicino a Bardufoss La cascata di Målselvfossen è considerata la cascata nazionale di Norvegia; qui i salmoni compiono il salto più alto d’Europa. Arrivati a Svolvær da Harstad alloggiamo in bellissimi Rorbu e visitiamo le Lofoten risalendo da Reine, per poi dirigerci al villaggio di pescatori di Nusfjord e alla spiaggia bianca di Flakstad. Henningsvær merita una deviazione anche per la panoramica strada, considerato come la ‘Venezia delle Lofoten’ per i suoi canali è molto frequentato sia da turisti che da campeggiatori e scalatori a causa delle pareti di roccia nelle vicinanze. In conclusione a chi si appresta a visitare il nord della Norvegia riassumo dicendo che si tratta sicuramente di un viaggio molto bello e ricco ma impegnativo; nel pianificarlo tenete conto che le distanze pur non sembrando eccessive richiedono tempi di percorrenza elevati in quanto non ci sono autostrade. Occorre pianificare bene le tappe giornaliere ed è di fondamentale importanza informarsi sugli orari dei traghetti in base alla stagione e al giorno della settimana, alcuni infatti effettuano solo una corsa giornaliera.